Rossano Nicoletto - The Official Web Site»Promozione sportiva»Cervia 2017, cosa ha detto il Congresso Nazionale ACSI e cosa ci aspetta per il futuro.

Cervia 2017, cosa ha detto il Congresso Nazionale ACSI e cosa ci aspetta per il futuro.

Per prima cosa voglio rinnovare pubblicamente i complimenti, già fatti in privato al Presidente Antonino Viti che a Cervia, nel corso del XII Congresso Nazionale ACSI (31 marzo al 2 aprile), è stato rieletto con l’89% dei voti.

E’ stato un congresso partecipato, con oltre 300 delegati in rappresentanza di 12.000 associazioni che aderiscono ad ACSI. Il dibattito del Congresso ricco di interventi ha messo in risalto l’importanza della promozione dello sport e della tutela delle attività. Le prestazioni dei servizi in favore degli associati al fine di favore la crescita della consapevolezza di far parte di un disegno associativo che richiama i valori e la cultura dello sport.

Anch’io ho fatto la mia modesta proposta, auspicando un rinnovamento comunicativo applicato ai social e una maggiore interazione tra il centro e le periferie, e tra i vari comitati provinciali e regionali. Il congresso è stato inoltre l’occasione per promuovere una volta ancora la raccolta fondi per gli amici di Norcia, per proseguire nel solco tracciato con l’evento di Schio “W Norcia Viva – Adotta una palestra a Norcia”. Un invito a donare che non dobbiamo mai dimenticare. Eccovi i dati per le donazioni: Ass. “Sistema Tattiche Difensive C.F. 93025510541 – Codice IBAN IT43S0570438580000000154000.

Ritorno alle origini è stata la richiesta più forte espressa dai delegati, intesa nel senso di dare maggiore voce allo sport di base. Ridisegnare il progetto associativo per far rinascere dal territorio la voglia di partecipare e incrementare la pratica sportiva senza fini spuri e stravaganti ma con l’interesse di promuovere il benessere, la salute e uno stile di vita sano.

Rinnovati dunque gli organi associativi di ACSI per il quadriennio olimpico che ci condurrà a Tokio 2020 e anche qui c’è qualche buona notizia. Tra i 51 consiglieri eletti, infatti, c’è anche un certo Rossano Nicoletto – lo conoscete? – il quale ha ottenuto il 4° punteggio con 149 voti.

A seguire sono stati eletti altri 3 consiglieri veneti: 12. Gianmichele Logiurato 123 voti (Venezia), 18. Sonia Stona 112 voti (Treviso), 33. Andrea Lovisetto 79 voti (Vicenza), a dimostrazione dell’ottimo lavoro svolto dal Comitato Regionale Veneto e dai Comitati Provinciali della regione.

L’ente riparte ora  per affrontare un futuro che dovrà ricondurlo a misura d’uomo con gli strumenti necessari per continuare l’impegno per la crescita, attribuendo grande importanza alla formazione dei tecnici, dei dirigenti e degli educatori.

Comments

Altre news

Comment